Meet and Classroom, novità in arrivo

Come evidenziato in questo articolo “More details on what’s coming to Meet and Classroom” l’azienda di Montan View, spinta dalle diverse richieste, giunte da tutto il mondo, ha deciso di implementare alcune migliorie ai prodotti di punta della Suite Google.

In particolare, per quanto concerne Meet, si segnalano le seguenti funzioni, che saranno disponibili a partire dai prossimi mesi, e che permetteranno di:

  • Escludere definitivamente un partecipante dopo che per la seconda volta gli è stato negato l’accesso o che sia stato espulso dal meeting;
  • Concludere il meeting contemporaneamente per tutti i partecipanti;
  • Accettare o negare l’ingresso ai partecipanti in blocco;
  • Disabilitare la chat o fissare restrizioni su chi può presentare durante un meeting;
  • Implementare impostazioni che richiedano all’insegnante di essere il primo ad accedere.

Da settembre inoltre sarà possibile attivare una griglia 7×7 che consentirà di vedere fino a 49 partecipanti contemporaneamente e una lavagna Jamboard collaborativa all’interno del meeting.

Da ottobre, anche per aumentare il livello di privacy, vi sarà la possibilità di sostituire lo sfondo inquadrato dalla propria cam con uno personalizzato (gli admin potranno comunque disabilitare questa funzione); verrà migliorata la possibilità di tracciare la partecipazione di un meeting e (per ora solo per utenti enterprise) si potranno frammentare le stanze in modo da creare dei gruppi di lavoro. Per gli altri utenti questa funzione è disponibile solo con estensioni specifiche.

Dal prossimo anno verranno poi implementate funzioni quali la possibilità di “alzare la mano” per chiedere la parola di fare sondaggi durante il meeting e porre quesiti senza interrompere la lezione (anche in questo caso non tutte le funzioni saranno disponibili per le versioni free di GSuite educational).

Per quanto concerne Classroom le novità più interessanti riguarderanno la possibilità di invitare gli studenti tramite un link specifico (senza quindi la necessità di condividere il codice del corso), una sezione migliorata dei lavori del corso (to do) con un widget apposito che verrà sviluppato a breve.

In classroom, oltre alla possibilità nei compiti assegnati di attivare i rapporti sull’originalità, anche in italiano, (vedi https://support.google.com/edu/classroom/answer/9335816) vi sarà la possibilità di attivare un controllo incrociato tra le verifiche consegnate dagli studenti del dominio scolastico.

A breve saranno poi disponibili funzioni quali:

  • report sulle modalità di fruizione del corso da parte degli studenti;
  • maggiore integrazione con altri strumenti di insegnamento già utilizzati dalla scuola;
  • maggiori funzioni per un utilizzo offline per venire in contro a chi ha problemi di stabilità della connessione.

Nell’auspicio che l’articolo sia stato di vostro gradimento, colgo l’occasione per augurare una serena fine dell’estate.

GM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *