Il cappuccino viene preparato con un caffè di 3-4 cl e schiuma di latte riscaldato al vapore. Proporzione: 1/3 caffè 2/3 schiuma di latte.

Il latte dovrebbe essere preferibilmente intero e fresco.
Il cappuccino può essere “chiaro” o “scuro”. Nel primo caso verrà preparato un cappuccino con una minor quantità di caffè, nel secondo caso viene messa una minore quantità di latte.

Durante la preparazione del cappuccino, non bisogna portare ad ebollizione il latte, ed è preferibile non battere il bricco sul banco, ma far ruotare il latte al suo interno con un movimento circolare del polso, questo sempre allo scopo di evitare inutili rumori.

Ingredienti e procedimento

Gli strumenti per preparare un cappuccino sono importanti quanto gli ingredienti.

La lattiera, capacità, forma, tipo del beccuccio, sono molto importanti e spesso sono scelte personali del banconista. Anche la lunghezza della lancia vapore, numero e forma degli uggelli del vaporizzatore, hanno la loro importanza e influenzano la tecnica di montaggio del latte.

Scegliere una lattiera che abbia una capacità doppia del latte che si deve montare e sceglierne una con un beccuccio adatto alle proprie capacità.

Il cappuccino contiene caffè  3cl. e latte intero 10 cl., fresco, montato con la lancia vapore o  vaporizzatore.

Il procedimento per preparare il cappuccino segue le seguenti fasi:

  1. montaggio – schiumaggio del latte
  2. preparazione di un caffè nella tazza da cappuccino
  3. incorporazione del latte nella tazza con il caffè
  4. servizio.

Montare il latte

Per lo schiumaggio del latte è necessario che il latte sia:

  • crudo
  • fresco
  • intero, con percentuale di grasso di circa  il 3%
  • freddo o non troppo caldo.

L’aumento di volume del latte per incorporazione d’aria avviene soprattutto grazie alle proteine. Queste devono essere integre, non alterate dal calore, e stabilizzate da una certa quantità di grassi.

Utilizzando la lancia vapore, si consiglia di:
1. eliminare l’acqua condensata al suo interno, aprendo il vapore per alcuni istanti.
2. immergerla nel latte, aprire il vapore e portare gli uggelli della lancia vapore sulla superficie del latte.

Procedere al montaggio forzando con il vapore la rotazione del latte all’interno del bricco. Attenzione però a non far bollire il latte.

Al termine portare la lancia vapore sul fondo del bricco. Chiudere il vapore, estrarre la lancia dal bricco e pulirla bene all’esterno, aprire un istante il vapore per eliminare eventuale latte dall’interno della lancia.

Procedendo correttamente, si può schiumare il latte, intero, fresco e crudo, ad una temperatura di circa 60 °C.

Caffè espresso

Non si può fare un buon cappuccino se si trascura la qualità dell’espresso.
Quantità di circa 3 cl, tazza ben calda. L’espresso è sempre l’ultima preparazione che deve essere preparata dal banconista e anche per il cappuccino, si prepara prima il latte e poi il caffè.

Versare in tazza

Versare il latte montato nella tazza richiede attenzione e calma.

La tazza può appoggiare sul sottotazza o essere tenuta in mano e leggermente inclinata verso il bricco. In ogni caso la tazza va tenuta sempre dal manico.

Ruotare il latte nel bricco per ottenere una perfetta emulsione e una schiuma liscia ed omogenea.

Versare lentamente sul caffè.

L’eventuale polvere di cacao, va spolverata in superficie, solo su richiesta

Consiglio per imparare

Una piccola domanda che alcuni si pongono:

Come faccio ad esercitarmi a preparare un buon cappuccino senza sprecare litri e litri di latte?

Ebbene questo è un problema comune anche in un istituto come il nostro, ma è anche presente nelle aziende come bar e caffetterie. Possiamo risolverlo con un “trucchetto”.

Innanzitutto, bisogna seguire le spiegazioni dell’insegnante o  di un compagno più esperto che vi spieghi nei minimi dettagli. Ma personalmente ho scoperto che se noi ci muniamo di una lattiera da bar, e la riempiamo di acqua per un quarto, ad esempio, e in seguito aggiungiamo 2 o 4 cl di latte intero, il risultato sarà lo stesso (sfruttando ovviamente solo quelle proteine e quei grassi contenuti nel latte aggiunto), ovvio questo solo per allenarvi!!

Inoltre fate sempre attenzione a non portare il latte all’ebollizione con lo sparavapore!

Di: Manuela G. e Asya G.