Home » vuota » Progetto cinema scuola

Progetto cinema scuola

Il Miur sostiene l’educazione visiva a scuola.
Le azioni sono orientate a promuovere la didattica del linguaggio cinematografico e audiovisivo in classe.
In questo modo gli studenti e i docenti acquisiscono strumenti e metodi di analisi per conoscere la grammatica delle immagini e avere la consapevolezza della natura e della specificità del loro funzionamento.

Il cinema entra nel Piano dell’offerta formativa
La realizzazione di attività di educazione all’immagine e al linguaggio cinematografico nelle scuole rientra tra gli obiettivi della legge 107 del 2015.
Con l’attuazione della legge 107, il cinema arriva sui banchi di scuola: il linguaggio cinematografico, la storia e l’estetica del cinema, la produzione di documentari, cortometraggi o mediometraggi entrano a pieno titolo nel Piano dell’offerta formativa delle scuole di ogni ordine e grado.
La legge 220 del 14 novembre 2016, “Disciplina del cinema e dell’audiovisivo”, all’articolo 27 comma 1 lettera i) prevede, inoltre, di sostenere – per un importo complessivo pari ad almeno il 3 per cento della dotazione del Fondo per il cinema e l’audiovisivo – il potenziamento delle competenze nel cinema, nelle tecniche e nei media di produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni, nonché l’alfabetizzazione all’arte, alle tecniche e ai media di produzione e diffusione delle immagini.

Il nostro istituto, oltre ad avere attivato nel corrente anno scolastico, un nuovo corso di Servizi culturali e dello spettacolo, è stato selezionato per il progetto presentato nell’ambito dell’avviso “A3-CinemaScuolaLab, i progetti dalle e per le scuole”, realizzato in sinergia interministeriale tra MIUR e MIBACT.

Tale progetto, che ha coinvolto gli studenti del corso professionale agrario, le cui fondamenta sono rappresentate da quell’inclusione che da sempre caratterizza la nostra mission, titolato C.I.A.O.C.I.A.O., prevedeva inizialmente numerose attività: la formazione all’uso del linguaggio cinematografico; la sensibilizzazione ai contenuti di film su tematiche di inclusione e di sostenibilità ambientale; la produzione di un film e la sua partecipazione al festival Handifilm di Rabat; l’acquisto di strumenti per laboratori di cinematografia.

Nonostante l’emergenza pandemica è stato possibile realizzare (in parte in corso di realizzazione):

  • 1 produzione di un cortometraggio sulle tematiche dell’inclusione, già inoltrato al festival handifilm per la partecipazione alla 14° edizione del festival prevista per lo scorso mese di aprile 2020, rinviata causa covid a data da stabilirsi (il cortometraggio riporta nei titoli di coda la scritta “progetto realizzato con il finanziamento dei ministeri Istruzione e Cultura, bando CinemaScuolaLab”);
  • 2 realizzazione del corso di formazione sul cinema (in corso di effettuazione, in modalità mista, in presenza e online);
  • 3 acquisizione di attrezzature e programmi per il laboratorio di cinematografia (in misura ampiamente superiore a quanto previsto inizialmente);
  • 4 partecipazione di numerose classi (circa 200 allievi) alla rassegna CinemAmbiente junior, in svolgimento on line: questa attività ha sostituito quella di realizzazione in sale cinematografiche nel nostro territorio di una rassegna con gli stessi film (rassegna che era già stata organizzata e non è stato possibile realizzare per l’emergenza pandemica);
  • 5 divulgazione dei film del festival Handifilm (delle passate edizioni): di questi film, che secondo il progetto iniziale sarebbero stati proiettati nel salone del nostro Istituto per le scolaresche del territorio (in occasione della cosiddetta “Journée Handifilm”, non realizzabile ora per l’emergenza pandemica), sono stati acquisiti i diritti (dall’associazione Handifilm stessa) per la proiezione nelle classi del nostro Istituto (e per le altre scuole del territorio quando le condizioni pandemiche lo consentiranno).