Home » Circolari alberghiero » Integrazione al Patto educativo di corresponsabilità alla luce del Decreto Regione Piemonte n. 95

Integrazione al Patto educativo di corresponsabilità alla luce del Decreto Regione Piemonte n. 95

rep-ita-post-circolari

Istituto di Istruzione Superiore “Arturo Prever”

Sede Alberghiero: Via Carlo Merlo n. 2 – 10064 Pinerolo (TO)  tel:39.0121.72402  fax: 0121322043

Sede coordinata Agrario. viale Europa, 28 10060 Osasco (TO) tel: 0121541010

www.prever.edu.it – prever@prever.edu.it – Posta Certificata:  tois044009@pec.istruzione.it

                                                                                                                    Pinerolo, 11 settembre 2020

Circolare interna n.  011

Alle famiglie degli studenti dell’Istituto

Al Personale Docente dell’Istituto

 Al DSGA, Dott. Giuseppe Borelli

Al personale ATA – collaboratori scolastici  

OGGETTO: Patto Educativo di Corresponsabilità: integrazione Decreto Regione Piemonte n. 95.

In riferimento a quanto in oggetto, alla luce di quanto disposto dal Decreto Regione Piemonte del 9 settembre 2020, con la presente si trasmette la necessaria integrazione al Patto Educativo di Corresponsabilità, presentato ed approvato in sede di Consiglio di Istituto in data 3 settembre 2020 ed illustrato in sede di incontro Meet con i genitori rappresentanti di classe.

Con il Decreto n. 95, infatti, il Presidente della Regione Piemonte, On. Alberto Cirio, ordina al punto 1): “……le scuole di ogni ordine e grado del Piemonte verificano giornalmente l’avvenuta misurazione della temperatura corporea agli alunni da parte delle famiglie, come previsto dall’allegato 21 del DPCM del 7 agosto 2020, come integrato dal DPCM del 7 settembre 2020. A tal fine ogni scuola dovrà predisporre modalità organizzative per garantire quanto disposto, avvalendosi alternativamente di:

  • Modello di autocertificazione
  • Diario scolastico
  • Registro elettronico o altri strumenti digitali

o comunque con qualunque altro mezzo ritenuto idoneo.

Nel caso in cui un alunno si presentasse sprovvisto della certificazione attestante l’avvenuta misurazione, la scuola è tenuta a rilevare la temperatura per verificare l’assenza di situazioni febbrili prima dell’inizio dell’attività didattica”.

Si sottolinea come, quest’ultima opzione sia di difficile applicazione dato il rilevante numero di alunni e le tempistiche che dovrebbero essere impiegate per la misurazione scolastica a tutti gli utenti.

Pertanto risulta sempre più indispensabile la collaborazione delle famiglie per consentire una distesa ma puntuale ed efficace applicazione delle disposizioni impartite dalla Regione.

Confidando nella consueta e fattiva collaborazione per il buon funzionamento della ripresa delle attività didattiche in presenza, si ringrazia per l’attenzione che si vorrà e potrà rivolgere al bene di tutta la Comunità Educante.

Loader Loading…
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Download [521.48 KB]

Il dirigente scolastico

Dott.ssa Roberta Martino
Documento informatico firmato digitalmente
ai sensi del D. L.gs 82/2005 modificato ed integrato
dal D .Lgs. n. 235/2010, del D.P.R. n. 445/2000 e norme collegate

Rif. Pennini